1. Contenuti del lavoro di Tesi di Laurea Magistrale

    Il lavoro di Tesi di Laurea Magistrale (nel seguito "tesi") consiste nella trattazione autonoma di un argomento originale delle discipline tecnico-scientifiche attinenti all'ingegneria dei veicoli.

  2. Domanda di tesi

    Lo studente che intenda svolgere la tesi deve presentare la relativa domanda al Consiglio del CdS.

    La domanda deve riportare:

    • la data di presentazione;
    • il titolo previsto dal lavoro di tesi;
    • il numero di CFU che lo studente intende destinare alla tesi (15 o 21, in quest'ultimo caso destinando alla prova finale i CFU di un esame a libera scelta dello studente);
    • i relatori, di cui almeno uno appartenente al CCdS;
    • data prevista per la conclusione del lavoro.
  3. La domanda di tesi deve essere firmata dallo studente e controfirmata per approvazione da almeno un relatore appartenente al CCdS.
  4. La domanda di tesi viene approvata dal CCdS, che può motivatamente richiedere modifiche nel titolo, nei contenuti del lavoro, nella designazione dei relatori e nella articolazione temporale.
  5. Se il lavoro di tesi prevede periodi di permanenza dello studente presso aziende o enti esterni all'Università, questi non potranno aver inizio prima della entrata in vigore della necessaria copertura assicurativa. Lo studente che intenda svolgere un lavoro di tesi che richiede tali periodi di permanenza è tenuto a richiedere all'ufficio Coordinamento Didattico, contestualmente o preliminarmente alla presentazione della domanda di tesi, la stipula di tale copertura.
  6. Possono presentare domanda di tesi gli studenti che debbano ancora completare attività formative per un numero di CFU, esclusi quelli destinati alla tesi stessa, non superiore a 24.
  7. Risultati della tesi

    A conclusione del lavoro svolto, i risultati della tesi devono essere presentati dal candidato sotto forma di elaborato scritto, in formato elettronico, conformemente al regolamento didattico di Ateneo.

  8. Presentazione della domanda di laurea.

    Dopo la prima approvazione di una tesi da parte del consiglio, le eventuali modifiche del titolo, del numero e dei nomi dei relatori sono approvate dal presidente del corso di laurea. Qualora le modifiche siano di tipo sostanziale, il presidente può richiedere una nuova approvazione formale del consiglio.

    Si ricorda che la domanda di laurea va presentata alla Segreteria studenti almeno 30 giorni prima della data di laurea.

  9. Svolgimento esami di laurea

    Entro il settimo giorno lavorativo antecedente la data della sessione di laurea il candidato deve far pervenire all'ufficio Coordinamento Didattico o al Presidente una copia in formato elettronico della sintesi della tesi, redatta secondo le istruzioni contenute nel paragrafo 6 e una presentazione, formato "powerpoint" (.ppt, .pptx), di una singola pagina in cui si fa un'estrema sintesi del lavoro svolto. Tale presentazione di una pagina non costituisce elemento di valutazione del candidato e potrà essere utilizzata a discrezione del Consiglio di CdS ai fini della promozione del CdS (ad es. pubblicata sul sito web del CdS).

    La mancata consegna in tempo utile della sintesi costituisce un elemento negativo di giudizio da parte della commissione.

    Sarà cura dei membri della commissione che prevedano di non poter assistere all'esame del candidato, di ricercare tempestivamente un sostituto tra i membri supplenti e fargli pervenire la sintesi della tesi.

    Durante la sessione di laurea il candidato deve esporre alla commissione il lavoro di tesi svolto nel tempo assegnato dalla commissione stessa (in genere 15 minuti). Il candidato deve inoltre rispondere ad eventuali domande sul lavoro di tesi poste dai membri della commissione.

    Il presidente del Consiglio di CdS provvederà ad individuare, tra i membri della commissione di laurea, un docente "delegato", incaricato di analizzare con particolare cura la sintesi presentata dal candidato, e di formulare al candidato domande sull'attività svolta.

    I relatori esprimono, preferibilmente in forma scritta, un giudizio sintetico sul lavoro svolto dal candidato durante la tesi, in cui si tenga conto di: difficoltà della tematica trattata, livello di continuità e capacità del candidato di analizzare e risolvere problemi, grado di autonomia e propositività del candidato, capacità del candidato di esporre in forma orale e scritta.

    Sulla base del giudizio dei relatori, sentito il parere del commissario delegato la commissione stabilisce il voto in 30esimi da attribuire alla prova finale, tenendo conto anche dell'efficacia della presentazione e della discussione orale.

    Il voto di Laurea viene stabilito dalla commissione di Laurea, tenendo conto del voto della prova finale, del curriculum e della media esami dello studente, come stabilito dal regolamento didattico di Ateneo.

  10. Formato della sintesi dell'elaborato finale

    La sintesi della Tesi di Laurea Magistrale deve essere consegnata in formato PDF al presidente del CdS e alla coordinatrice didattica almeno sette giorni lavorativi in anticipo rispetto alla data dell'appello di Laurea. L'elaborato deve essere costituito da non più di 10 pagine, di cui la prima deve contenere il frontespizio della tesi. Le restanti 9 pagine devono essere strutturate in paragrafi di cui devono essere presenti almeno i seguenti: Introduzione, Descrizione dell'attività svolta, Risultati e Conclusioni. Il formato deve rispettare il template disponibile alla pagina web del sito del CdS. Le figure e le formule devono essere preferibilmente centrate rispetto alla pagina, numerate e citate nel testo.